Password dimenticata?
ISCRIVITI

Carmagnola, "regina delle canape"

di Daniela Bartolini
TAG Agricoltura Arte e cultura Cicli produttivi e rifiuti Informazione e comunicazione Salute e alimentazione Sostenibilità ambientale
28 agosto 2018

Alla Fiera Nazionale del Peperone a Carmagnola, dal 31 agosto al 9 settembre, organizzata da Assocanapa, la più grande rassegna sui prodotti della canapa industriale: esposizione, vendita, dimostrazioni, degustazioni e incontri, per informare e rispondere alle domande più frequenti sulla canapa lecita.

“La riscossa della vera canapa, quella dioica che da molti millenni cresce libera nelle pianure e sulle montagne e accompagna e sostiene la vita dell'uomo, parte come giusto da Carmagnola con la forza di una seconda rivoluzione mondiale in nome della ragione, del buon senso e del rispetto per le generazioni future.”

È così che Assocanapa, il coordinamento nazionale per la canapicoltura, associazione senza fine di lucro nata nel 1998 e con sede proprio a Carmagnola, annuncia l'importante evento all'interno della 69^ edizione della Fiera Nazionale del Peperone, una delle più grandi e qualificate manifestazioni italiane nel settore dell’enogastronomia e la più grande dedicata a un prodotto agricolo.

Lo spazio dedicato alla canapa di Carmagnola, al quale si accede ad ingresso libero, sarà allestito all’interno del Salone Antichi Bastioni. La canapa è un prodotto storico ed importante per Carmagnola, che infatti ospita anche l’Ecomuseo della cultura della lavorazione della Canapa. La città cominciò a sviluppare la sua vocazione agricola agli inizi del 1700 proprio attraverso la coltura e la commercializzazione della canapa, con manufatti esportati in grande quantità verso la Liguria e la Francia.

Negli Antichi Bastioni insieme a dimostrazioni, dibattiti sui temi di maggiore attualità, iniziative di interesse locale, si potrà trovare una selezione dei più interessanti alimenti a base di canapa oggi disponibili, con più di 100 prodotti funzionali per la salute (inclusi a marchio VeganOk), integratori, piantine e fiori, cosmetici, estratti, materiali per l'edilizia, filati e tessuti.

Programma degli incontri

Sabato 1 settembre
ore 21,00 - Margherita Baravalle, esperta Assocanapa: “L’introduzione del seme di canapa e dei suoi semilavorati nell’alimentazione: quali i vantaggi certi per la salute documentati da ricerche ospedaliere”

Domenica 2 settembre
ore 10,30 - Olver Zaccanti, tecnico esperto in bioedilizia ANAB (Associazione Nazionale Architettura Bioecologica): “Usi della canapa in edilizia: esperienze in Italia e in Europa”.
Olver Zaccanti, che ha progettato e costruito la prima casa realizzata in Italia interamente in canapa (2009/2010), illustrerà i vantaggi dell’utilizzo della canapa in edilizia, le principali tecniche costruttive e modalità d’uso, le realizzazioni nella ricostruzione post sisma in Emilia, le esperienze europee acquisite in numerosi stage e progetti ai quali ha partecipato, tra i quali Inater e Canapalea di cui è responsabile per l’Italia. Come noto, le costruzioni edili con materiali e sistemi attuali sono tra i principali responsabili delle emissioni di CO2 causa del cosiddetto “effetto serra” perché creando nell’atmosfera una cappa, aggravano le conseguenze del riscaldamento globale che caratterizza e caratterizzerà il clima della terra per un lungo ciclo di anni. Studi eseguiti in Francia su commissione del Ministero dell’Agricoltura, confermati successivamente da ricerche di università di diversi paesi tra cui l’Italia e di recente ancora potenziati, hanno dimostrato e confermato che la costruzione realizzata correttamente in canapa e calce, non solo offre ambienti “passivi” che riducono di molto le esigenze sia di riscaldamento quando fa freddo che di raffrescamento quando fa caldo ed anche più salubri per l’organismo umano per la capacità del canapulo di assorbire l’umidità dell’aria quando è troppa e di rilasciarla quando l’ambiente è troppo secco, ma catturano drasticamente le emissioni di CO2 e quindi contribuiscono alla riduzione dell’effetto serra.

ore 16,30 - Felice Giraudo, perito agrario, massimo esperto Assocanapa: “La coltivazione della canapa industriale oggi: aspetti agronomici, organizzativi ed economici

ore 18,30 - Ivano Scamuzzi, imprenditore agricolo esperto Assocanapa: “La canapa nella rotazione colturale delle aziende agricole convenzionali e nelle aziende biologiche”

ore 21,00 - Federica Baravalle - esperta Assocanapa: “L’importanza del seme, delle farine e della polvere proteica di canapa per vegani, vegetariani e sportivi”

Lunedì 3 settembre
ore 21,00 - Fabrizio Manca, Medico Veterinario esperto nell’impiego di materiali di canapa: “L’uso del seme e suoi derivati e dei fiori di canapa nella zootecnia e in particolare nella cura degli animali”

Martedì 4 settembre
ore 21,00 - Margherita Baravalle, esperta Assocanapa: “I vantaggi degli alimenti a base di seme di canapa per le persone anziane”

Mercoledì 5 settembre
ore 21,00 - Margherita Baravalle, esperta Assocanapa: “Perché il seme di canapa e l’olio che se ne estrae sono considerati in tutto il mondo vaccino nutrizionale”

Giovedì 6 settembre
ore 21,00 - Lorenzo Primiani, Botanicum Science, Tecnologo farmaceutico specializzato in canapa: “I fiori femminili delle canape agroindustriali: contenuti di maggiore interesse, modi di utilizzarli, modalità di preparazione, modalità di assunzione delle preparazioni”

Venerdì 7 settembre
ore 21,00 - Felice Giraudo, perito agrario, massimo esperto Assocanapa: “Arrivare al tessile tradizionale (filati e tessuti) con fibra di canapa prodotta in Italia: perché è difficile ma non impossibile. Le esperienze dell’ultimo ventennio, prospettive e idee per il futuro”

Sabato 8 settembre
ore 21,00 - Margherita Baravalle, presidente del Coordinamento Nazionale per la canapicoltura e legale Assocanapa: “La legge 242/2016 sulla canapa agroindustriale è chiara e non lascia spazio alle libere interpretazioni”

Domenica 9 settembre
ore 10,30 – Anonimo: “Quando chi deve far rispettare una legge non la conosce, chi ci rimette è il cittadino onesto”. È quello che capita quando agenti delle Forze dell’Ordine e Magistrati che operano sul campo si trovano di fronte ad una coltivazione di canapa agroindustriale e non sono stati forniti loro gli strumenti, che pure esistono, per agire secondo giustizia. È successo nel 2017 ad alcuni coltivatori i quali lamentano anche che al grande rilievo mediatico all’epoca della “scoperta” della asserita “marijuana” poi risultata canapa agroindustriale, è corrisposto il totale silenzio mediatico dopo l’archiviazione. Il nostro Anonimo non solo chiede l’anonimato ma anzi che gli sia riconosciuto il “diritto all’oblio”. Ma questa secondo noi non è giustizia.

Ore 16,30 - Felice Giraudo, Margherita Baravalle, Cesare Quaglia ed altri esperti Assocanapa: “Gli obiettivi a breve dell’organizzazione Assocanapa e le sue posizioni sui temi di maggiore attualità in materia di canapa agroindustriale”

ore 18,30 Federica Baravalle, esperta Assocanapa: “L’introduzione del seme di canapa e dei suoi semilavorati nell’alimentazione: quali i vantaggi certi per la salute documentati da ricerche ospedaliere” (replica)

ore 21,00 - Tania Re: “Cure e prospettive di cura con la canapa”. Tania è Dottore in Psicologia Clinica, specializzata in Antropologia della Salute ed Etnomedicina, Naturopata, è socia fondatrice della Cattedra Unesco “Salute, antropologia, Biosfera e sistemi di cura” presso l’Università di Genova ed è attualmente ricercatrice presso il Centro regionale Toscana per la Fitoterapia (CERFIT). È anche specializzata in Psicologia dello sport, Ipnosi Clinica e Medicina Naturale. Insegna Etnomedicina ed Antropologia medica. I suoi interessi di ricerca sono focalizzati sui sistemi provenienti da antiche tradizioni di cura che connettono mente, corpo e spirito nel sistema sanitario contemporaneo. La sua ricerca sul campo si realizza in Sud America nelle comunità indigene della Foresta Amazzonica. Ha creato il Progetto “Alle radici della Cura”, programma di viaggi esperienziali annuali alla scoperta delle antiche tradizioni di cura: dal rito incubatorio in Sardegna, allo sciamanesimo finlandese fino ad arrivare all’Amazzonia peruviana e al deserto di Wirikuta in Messico. www.taniare.org – www.cattedraunesco.sdf.unige.it

Qui potete trovare l'elenco delle aziende partecipanti.

Foto copertina
Autore: Tratta da pagina Fb AssoCanapa

0 commenti presenti COMMENTA
Biellese che Cambia Biella Città Creativa tutorial&faq 5x1000

Benvenuto!

Benvenuto su
PIEMONTE Che Cambia!
Effettua il login dalla barra in alto oppure ISCRIVITI GRATUITAMENTE per poter accedere alla piattaforma e conoscere persone e progetti nel tuo territorio!

FACEBOOK

TWITTER

Insieme a noi

SOSTENITORI

Compagnia di San PaoloFondazione Cassa di Risparmio Biella

PARTNER

Economia SolidaleMovimento per la Decrescita FeliceSlow FoodCittà dell'arteBiellese in TransizioneSarastusEtinomiaInqubatoreSmart Cities Alto Piemonte

Per migliorare la tua esperienza sul sito, utilizziamo i cookies. OK