Password dimenticata?
ISCRIVITI

Just for Joy Street Art Festival, teatro di strada in città

di Lorena Di Maria
TAG Arte e cultura
28 settembre 2018

“Just for Joy Street Art Festival” è il festival internazionale del teatro di strada di Torino: clown, giocolieri, equilibristi e trampolieri sono alcuni tra i numerosi artisti che animano le vie della città, dando vita a performance e momenti di incontro e divertimento con la partecipazione di volontari e cittadini, all’insegna della condivisione e del senso di comunità.

Per nove giorni, dal 22 al 30 settembre, le vie di Torino si colorano di artisti, musica e creatività per festeggiare il tanto atteso evento che da quindici anni a questa parte rappresenta un momento di aggregazione, incontro e scambio all’insegna dell’arte e del teatro di strada. Il Festival propone un ampio programma di eventi volti a celebrare l’originalità e la diversità nelle sue molteplici forme oltre che favorire la ricchezza interculturale dei luoghi grazie alla partecipazione di artisti provenienti da tutto il mondo, i quali mettono la loro esperienza al servizio della città e dei suoi abitanti.

Il Festival nasce dal partenariato tra le due realtà nazionali più influenti del settore quali C.IT.A-Cooperativa Italiana Artisti e FNAS-Federazione nazionale Arti di Strada con il contributo della Città di Torino nell’ambito del Programma AxTO – Azioni per le periferie torinesi ed il Patrocinio delle Circoscrizioni 3 e 7 della Città di Torino. In particolare, diversi saranno i luoghi in cui si terranno gli spettacoli, quali ad esempio l’Hub Multiculturale Cecchi Point localizzato nel quartiere Aurora e le vie di Borgo Dora.

All’interno della città, vista come luogo di transizione e trasformazione, l’iniziativa è pensata per favorire e promuovere la cultura del teatro di strada come elemento di valorizzazione dello spazio urbano, ponendosi in sintonia con gli attuali e progressivi mutamenti sociali in atto. Obiettivo dell’iniziativa è quello di trasformare Torino in un grande teatro a cielo aperto attraverso un utilizzo condiviso, originale e creativo degli spazi. Come affermano gli organizzatori: “In una città in continuo cambiamento, pensiamo che il Teatro di Strada sia uno strumento perfetto per mostrare i luoghi della trasformazione, per agevolare i cittadini a vivere collettivamente i quartieri, portando loro spettacoli sotto casa e nelle piazzette, laboratori nelle scuole e nei giardini e rendendoli protagonisti di surreali incursioni metropolitane e molto altro”.

L’evento rappresenta un momento di unione e confronto culturale tra i diversi operatori del settore che hanno qui la possibilità di incontrarsi, condividere obiettivi e visioni comuni: stRADARts è infatti il convegno multidisciplinare organizzato da FNAS che coinvolge e riunisce ogni anno i vari soggetti per dialogare e portare l’arte di strada italiana nella scena internazionale. Ciò genera forti effetti positivi poiché rafforza le connessioni tra le associazioni culturali nazionali e internazionali, creando nuove sinergie.

Il programma prevede un’ampia varietà di eventi e spettacoli gratuiti ed aperti a chiunque voglia parteciparvi, quali performance di giocoleria, musica, equilibrismo, danza verticale, trapezio o clown. Sono previsti workshop e stage professionali e di formazione per approfondire le discipline circensi ed inoltre eventi per i più piccoli quali laboratori gratuiti pensati per bambini e famiglie, come quelli per imparare a fare le bolle di sapone giganti.

Gli spazi pubblici della città saranno inoltre percorsi dalle cosiddette “Bande del Sorriso”, composte dai volontari del Festival che, guidati da due tra i più noti e conosciuti street artists del panorama mondiale quali Loco Brusca e Wanda Circus, porteranno sorrisi ed allegria in vari spazi pubblici quali mercati, parchi e stazioni della Metropolitana, col fine di invitare il pubblico a spostarsi in periferia e a partecipare agli eventi proposti dal Festival.

Obiettivo dell’evento è proprio quello di promuovere un uso nuovo e differente degli spazi pubblici e far comunicare gli abitanti con la periferia, coinvolgendoli nella riscoperta di questi luoghi vivi e dinamici e facilitandone il contatto diretto. Avvicinare le persone al territorio e farle interagire col tessuto sociale presente favorisce infatti la coesione e nuove e più solide forme di partecipazione, oltre che rafforzare il senso di identità, di comunità e di appartenenza.

Proprio per questo motivo, come sostengono gli organizzatori: “nelle sue prime edizioni il Festival sceglieva i cantieri della metropolitana come luogo e spazio dove proporre gli eventi per condividere il desiderio di rinnovamento culturale e proporre ai cittadini momenti di festa, di cultura e di riflessione nei luoghi al tempo percepiti come un problema. Anche in questa nuova edizione promuoviamo un differente uso degli spazi urbani, un modo consapevole, gioioso e creativo che diventi occasione sia per conoscere meglio il proprio territorio, sia per guardarlo con altri occhi ricavando un nuovo punto di vista”.

Foto copertina
Didascalia: Just for Joy Street Art Festival
Autore: Just for Joy Street Art Festival

0 commenti presenti COMMENTA
Biellese che Cambia Biella Città Creativa tutorial&faq 5x1000

Internet inquina quanto l’intera
aviazione civile mondiale.
Per questo il nostro hosting è
a Emissioni Zero.

Scegli anche tu Hosting Sostenibile: lo spazio ecologico del web

un progetto di
Exe

Certificato Green Cloud

Benvenuto!

Benvenuto su
PIEMONTE Che Cambia!
Effettua il login dalla barra in alto oppure ISCRIVITI GRATUITAMENTE per poter accedere alla piattaforma e conoscere persone e progetti nel tuo territorio!

FACEBOOK

TWITTER

Insieme a noi

SOSTENITORI

Compagnia di San PaoloFondazione Cassa di Risparmio Biella

PARTNER

Economia SolidaleMovimento per la Decrescita FeliceSlow FoodCittà dell'arteBiellese in TransizioneSarastusEtinomiaInqubatoreSmart Cities Alto Piemonte

Per migliorare la tua esperienza sul sito, utilizziamo i cookies. OK