Password dimenticata?
ISCRIVITI

Gli orti di Harambee a Biella: un'esperienza educativa

di Luca Deias
TAG Agricoltura Integrazione sociale Lavoro e imprenditoria
17 dicembre 2018

Harambee è un'associazione di promozione sociale biellese che aiuta persone in condizioni di fragilità attraverso progetti solidali. Uno di questi consiste proprio nella coltivazione di frutta e verdura in diversi orti, ora acquistabili al mercatino di Let Eat Bi di Cittadellarte. Scopriamo tutti i dettagli!

Sono molti i partner di Let Eat Bi che tutti i mercoledì mettono in vendita le proprie specialità nel mercatino di Cittadellarte. Harambee è una ATS, ovvero un’associazione temporanea di scopo, che opera con ‘La Rete’ e il ‘Gruppo di Volontariato Vincenziano San Giovanni Bosco’ di Verrone. Mauro Lombardi (risorse umane di Harambee) ci racconta i progetti e gli obiettivi della sua realtà, fino a spiegare la collaborazione con Let Eat Bi.

“Siamo un gruppo – ha esordito – nato per dare aiuto a soggetti in condizioni di fragilità. Il nostro supporto consiste nel fornire opportunità lavorative, oltre, ovviamente, a offrire sostegno umano. Oltre all’appoggio finanziario, infatti, facciamo in modo che i nostri ragazzi stiano in gruppo e si relazionino con altri che, come loro, si trovano in situazioni di difficoltà”.

Una solidarietà che passa anche da alcuni progetti: “Unendo tre orti differenti delle ATS con le quali collaboriamo, abbiamo cominciato a coltivare e vendere una serie di ortaggi. Per avviare questo progetto abbiamo avuto la necessità di confrontarci con gli assistenti sociali e tutti gli enti del settore. Si sta rivelando un’esperienza educativa per tutti, perché permette ai partecipanti di incrementare le loro capacità relazionali. L’obiettivo, infatti, è il benessere di tutto il nostro gruppo”.

Harambee, in quanto associazione di volontariato a promozione sociale, si avvale di una rete di aiutanti che sostengono il sodalizio sia a livello logistico, come nel trasporto delle persone, sia a livello umano: “Nel nostro team non ci sono psicologi, ma figure che danno il proprio aiuto e svolgono attività coordinate con altre realtà. A questo proposito, è significativo il progetto Let Eat Grow: si è creata una filiera e il nostro gruppo si è confrontato con altre associazioni di ambiti differenti”.

I ‘frutti’ del lavoro nell’orto di Harambee, da qualche settimana sono anche acquistabili al mercatino di Let Eat Bi: “È un ottimo punto vendita – continua Mauro – dove si possono esporre a un vasto pubblico prodotti naturali e di stagione. Nel nostro banchetto, nello specifico, è possibile comprare diverse varietà di cavoli, insalate, finocchi, cachi, kiwi e bietole. Sono tutti ortaggi e frutti sani, non usiamo nulla di chimico. Non solo offriamo merce naturale, i ricavati servono per sostenere l’associazione”.

Foto copertina
Didascalia: Associazione Harambee
Autore: Journal Cittadellarte

0 commenti presenti COMMENTA
Biellese che Cambia Biella Città Creativa tutorial&faq 5x1000

Benvenuto!

Benvenuto su
PIEMONTE Che Cambia!
Effettua il login dalla barra in alto oppure ISCRIVITI GRATUITAMENTE per poter accedere alla piattaforma e conoscere persone e progetti nel tuo territorio!

FACEBOOK

TWITTER

Insieme a noi

SOSTENITORI

Compagnia di San PaoloFondazione Cassa di Risparmio Biella

PARTNER

Economia SolidaleMovimento per la Decrescita FeliceSlow FoodCittà dell'arteBiellese in TransizioneSarastusEtinomiaInqubatoreSmart Cities Alto Piemonte

Per migliorare la tua esperienza sul sito, utilizziamo i cookies. OK