Password dimenticata?
ISCRIVITI

RepAir: la prima maglietta antismog prodotta in Piemonte

di Paolo Cignini
TAG Ambiente Cicli produttivi e rifiuti Lavoro e imprenditoria Sostenibilità ambientale
27 aprile 2018

RepAir è la prima maglietta antismog ideata dalla startup piemontese Kloters: grazie ad un piccolo inserto inserito in una tasca, è capace di neutralizzare le sostanze inquinanti e ripulire l’aria, disgregando gli ossidi di azoto.

E’ nata a Torino, una delle città (purtroppo) più inquinate d’Italia, la prima maglietta mangia smog. Si chiama RepAir, ed è un prodotto ideato da due ragazzi piemontesi, Marco Lo Greco e Silvio Perrucca, insieme al ligure Federico Suria.

I tre sono i fondatori della start-up Kloters, una piccola casa di moda che ha dato vita ad una t-shirt in grado di “pulire” l’aria intorno: per farlo, la maglia ha un piccolo inserto chiamato “The Breath”, un materiale brevettato dalla società Anemotech srl e testato secondo vari standard internazionali, utilizzato in passato solo nell’arredamento di interni e per banner pubblicitari esterni, capace di neutralizzare le sostanze inquinanti, i batteri e gli odori sgradevoli e che oggi RepAir porta anche nel settore della moda, grazie anche alla piena collaborazione di Anemotech.

Dato che ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt, questa potrebbe essere una buona idea per utilizzarle al meglio: un vero e proprio progetto di “sharing ecology”, come definito dai fondatori di Kloters.

Il tessuto, certificato anche dai test dell’Università Politecnica delle Marche, disgrega e cattura le molecole inquinanti come gli ossidi di azoto e i composti organici volatili.

Un inserto di The Breath è contenuto in una tasca della maglietta, che sarà prodotta solo nei colori bianco e nero e che potrà essere indossata sia da uomini che da donne, e lavora senza bisogno di essere alimentato da fonte energetiche esterne: due strati esterni combattono muffe, batteri e cattivi odori mentre uno intermedio, in fibra adsorbente carbonica additivata con nano molecole, è capace di assorbire e disgregare le microparticelle inquinanti.

Per trovare la maglietta in vendita bisogna però aspettare fino al Giugno 2018, quando sarà in vendita nei negozi e sul sito www.kloters.com, mentre a maggio una campagna di crowdfunding su Kickstarter permetterà l’acquisto, a prezzo di lancio, in anteprima del prodotto.

Per maggiori informazioni sul prodotto: https://kloters.com/pages/repair

0 commenti presenti COMMENTA
Biellese che Cambia Biella Città Creativa tutorial&faq 5x1000

Internet inquina quanto l’intera
aviazione civile mondiale.
Per questo il nostro hosting è
a Emissioni Zero.

Scegli anche tu Hosting Sostenibile: lo spazio ecologico del web

un progetto di
Exe

Certificato Green Cloud

Benvenuto!

Benvenuto su
PIEMONTE Che Cambia!
Effettua il login dalla barra in alto oppure ISCRIVITI GRATUITAMENTE per poter accedere alla piattaforma e conoscere persone e progetti nel tuo territorio!

FACEBOOK

TWITTER

Insieme a noi

SOSTENITORI

Compagnia di San PaoloFondazione Cassa di Risparmio Biella

PARTNER

Economia SolidaleMovimento per la Decrescita FeliceSlow FoodCittà dell'arteBiellese in TransizioneSarastusEtinomiaInqubatoreSmart Cities Alto Piemonte

Per migliorare la tua esperienza sul sito, utilizziamo i cookies. OK