Password dimenticata?
ISCRIVITI

“Un-learn / re-learn / re-act”: quando la protesta per il clima si trasforma in arte

di Luca Deias
TAG Arte e cultura
15 aprile 2019

Un’installazione ispirata ai 17 obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite è il risultato del laboratorio che si è tenuto a Cittadellarte in previsione della Design Week 2019 di Milano. Un progetto dal nome “Un-learn / Re-learn / Re-act” (dis-imparare, re-imparare, re-agire) in riferimento ai cortei di protesta dei ‘Fridays for Future’ ispirati da Greta Thunberg.

“Una scuola dove studiare i metodi per rigenerare il nostro modo di vivere in ogni suo aspetto e sperimentare l’applicazione dei metodi alla realtà. In BASE uno spazio-aula, dove, simbolicamente e concretamente, trasformare le proteste in occasione di proporre azioni concrete. Siete invitati sedervi, discutere, prendere posizione”.

Questo quanto scritto nel pannello informativo che presenta l’installazione Un-Learn / Re-learn / Re-act, opera – realizzata dall’Ufficio Arte di Cittadellarte – che fa parte della mostra Un-Learn / Re-learn inserita nel contesto della Design Week 2019 di BASE.

L’installazione, nello specifico, è realizzata con ‘cartelloni da manifestazione’ – in riferimento ai cortei di protesta dei ‘Fridays for Future’ ispirati da Greta Thunberg – che compongono questa struttura a tavolo, attorno al quale i partecipanti possono dialogare per confrontarsi sulle tematiche evocate dagli slogan dei cartelloni.

Il concept dell’opera è stato ideato da Paolo Naldini, direttore di Cittadellarte, mentre l’installazione è stata curata da Juan Sandoval, direttore Ufficio Arte di Cittadellarte.
Questi sono stati realizzati da un gruppo di studenti e di membri del gruppo del FridaysForFuture Biella il 29 marzo scorso, in occasione di un workshop curato dall’Ufficio Arte di Cittadellarte.

Questo laboratorio, ispirato all’Agenda 2030 e ai relativi Sdgs, è organizzato nel contesto della UNIDEE – Università delle Idee, fondata sul mito del Terzo Paradiso.

Gli attivisti del ‘Fridays for Future’ si sono incontrati per confrontarsi attorno a dei tavoli di lavoro per condividere idee e buone pratiche per la lotta al cambiamento climatico. A seguire, gli studenti biellesi si sono occupati della realizzazione dei manifesti per comporre l'installazione.

Segnali positivi nell’ottica dell’obiettivo dell’opera: trasformare le proteste in occasione di confronto per gruppi di lavoro spontanei o organizzati, ritrovandosi intorno all’installazione nella sua doppia veste di spazio-aula.

"Si tratta – ha spiegato Paolo Naldini – di un laboratorio, un dispositivo per performare le tre fasi, Un-learn / Re-learn / Re-act. L’installazione è uno spazio-aula in cui, simbolicamente e concretamente, le proteste si trasformano in occasione per gruppi di lavoro per proporre azioni concrete. La protesta, da sola, non è più sufficiente. È tempo di tradurre la nostra protesta, scaturita da bisogni e consapevolezza, in proposte condivise e concrete per costruire il cambiamento”.

Foto copertina
Didascalia: Unlearn - Relearn - React
Autore: Cittadellarte - Fondazione Pistoletto
Licenza: Sito Ufficiale Cittadellarte - Fondazione Pistoletto

0 commenti presenti COMMENTA
Biellese che Cambia Biella Città Creativa tutorial&faq 5x1000

Internet inquina quanto l’intera
aviazione civile mondiale.
Per questo il nostro hosting è
a Emissioni Zero.

Scegli anche tu Hosting Sostenibile: lo spazio ecologico del web

un progetto di
Exe

Certificato Green Cloud

Benvenuto!

Benvenuto su
PIEMONTE Che Cambia!
Effettua il login dalla barra in alto oppure ISCRIVITI GRATUITAMENTE per poter accedere alla piattaforma e conoscere persone e progetti nel tuo territorio!

FACEBOOK

TWITTER

Insieme a noi

SOSTENITORI

Compagnia di San PaoloFondazione Cassa di Risparmio Biella

PARTNER

Economia SolidaleMovimento per la Decrescita FeliceSlow FoodCittà dell'arteBiellese in TransizioneSarastusEtinomiaInqubatoreSmart Cities Alto Piemonte

Per migliorare la tua esperienza sul sito, utilizziamo i cookies. OK