Password dimenticata?
ISCRIVITI

Le storie

#3 - Nicola e Noemi, dalla città alla permacultura

Agricoltura Lavoro e imprenditoria Sostenibilità ambientale Stili di vita

di Daniel Tarozzi - 10 febbraio 2017

Ed eccogi giunti alla nostra terza storia piemontese: Nicola Savio e Noemi Zago. Una coppia di cittadini "normali" che ad un certo punto decidono di passare dall'essere occupati (o disoccupati) all'essere "diversamente occupati". Si trasferiscono in campagna, si costruiscono una casa e vivono progettando e praticando la permacultura.

Quanto segue è tratto dai diari che ho scritto durante il mio viaggio nell'Italia che Cambia.

Siamo in viaggio da pochi giorni quando raggiungiamo, nei pressi di Ivrea, Nicola Savio e la sua compagna Noemi Zago che ci accolgono nella loro casa in balle di paglia immersa nel verde, ai piedi di una montagna.

La casa è piccola, ma confortevole e di buon gusto. Calda e coibentata in modo eccelso, l'hanno costruita in sei mesi mentre vivevano in un camper, proprio lì dove ora è parcheggiato il mio.

È una casa di passaggio, in quanto il progetto prevede la ristrutturazione del rudere lì accanto, ma già ora la situazione è più che dignitosa. Nicola e Noemi, formalmente disoccupati, sono in realtà “diversamente occupati”: coltivano la terra per autoproduzione e per rifornire i circuiti dei Gas di Torino e le realtà amiche della loro associazione, scaldano con la legna, recuperano le acque piovane, spendono pochissimo in bollette e quasi niente per mangiare.

I due figli giocano in giardino, costruiscono cose e quando gli dai un giocattolo lo guardano perplessi perché non si può smontare e trasformare in qualcosa dettato dalla loro fantasia.

Nicola divora libri in diverse lingue e il suo blog, l'orto di carta, è uno dei più seguiti sul web ed è diventato un punto di riferimento per centinaia di giovani neocontadini di tutta Italia.

La sua regola base è “fare le cose”: la teoria va bene, è interessante, ma poi si tratta di sperimentare. Per questo la casa, il giardino, la serra sono piene di strane invenzioni basate sull'ingegno e sul buon senso. Passando una giornata con loro ci si rende conto di come la vita possa essere allo stesso tempo semplice e straordinariamente appagante: un mix di natura e cultura, studio e azione, valori ideali e divertimento, pragmatismo e passione.

Vai all'articolo completo su Italia che Cambia

Guarda le altre video-storie!

0 commenti presenti COMMENTA
Biellese che Cambia Biella Città Creativa tutorial&faq 5x1000

Benvenuto!

Benvenuto su
PIEMONTE Che Cambia!
Effettua il login dalla barra in alto oppure ISCRIVITI GRATUITAMENTE per poter accedere alla piattaforma e conoscere persone e progetti nel tuo territorio!

FACEBOOK

TWITTER

Insieme a noi

SOSTENITORI

Compagnia di San PaoloFondazione Cassa di Risparmio Biella

PARTNER

Economia SolidaleMovimento per la Decrescita FeliceSlow FoodCittà dell'arteBiellese in TransizioneSarastusEtinomiaInqubatoreSmart Cities Alto Piemonte

Per migliorare la tua esperienza sul sito, utilizziamo i cookies. OK