Password dimenticata?
ISCRIVITI

Le storie

#36 - “Il tuo Parco”, rigenerazione e partecipazione lungo il fiume Po a Torino

Ambiente Arte e cultura Economia Integrazione sociale Sostenibilità ambientale Viaggiare

di Lorena Di Maria - 20 luglio 2018

“Il tuo Parco” è un’associazione ambientalista presente da diversi anni nel quartiere Madonna del Pilone, nella Circoscrizione 7 della città di Torino. Attiva da tempo per la salvaguardia e la tutela delle specificità territoriali del Po, è attualmente coinvolta in attività culturali, formative e ludico-ricreative per avvicinare i cittadini al proprio territorio, creando un luogo di incontro e scambio per tutti.

Incontriamo Piergiorgio Tenani, presidente de “Il tuo Parco”, in una giornata di sole lungo il parco fluviale del Po, alla scoperta dell’Associazione, della sua storia e della sua evoluzione. La sede nella quale ci ospita è situata sulla sponda del Po, lungo una passeggiata alberata adiacente al fiume, dalla quale è possibile ammirare il risultato del lungo lavoro che l’Associazione ha realizzato fino ad ora nell’ambito della tutela e salvaguardia del contesto territoriale e fluviale.

“Il tuo Parco” nasce nel 1988, dalla visione comune di un gruppo di cittadini intenzionati a migliorare la qualità della vita sul territorio, attraverso l’opera di riqualificazione dell’asta fluviale, all’epoca in condizioni critiche.
L’obiettivo iniziale del progetto era insito nel nome stesso dell’Associazione e rispecchiava la volontà di realizzare un parco lungo le sponde del fiume che fosse fruibile dai cittadini, contribuendo a migliorarne la qualità della vita e garantendo la salvaguardia dell’avifauna e dell’ecosistema presente. La denominazione “Il tuo Parco” è infatti pensata con una finalità di inclusione della comunità, che possa condividere obiettivi, progettualità e spazi, col presupposto che “se parli del tuo parco, parli anche del mio”.

L’Associazione si è da sempre posta l’obiettivo di collaborare coi cittadini ed altri attori presenti sul territorio per accrescere interazioni e sinergie. Un esempio è il “coordinamento delle associazioni torinesi della Confluenza Po-Stura”, realizzato insieme alla Regione Piemonte e al Comune di Torino per la valorizzazione del territorio e la salvaguardia degli aspetti naturalistici.

Ad oggi sono attive diverse progettualità nell’ambito territoriale del Torinese, del Chierese e del Canavese, tra cui iniziative didattiche di educazione alla sostenibilità che intendono fornire una chiave per leggere e vivere l’ambiente e relazionarsi con un territorio in cui interagiscono fattori culturali, sociali e naturali, aspetti fisici e psicologici. Obiettivo dell’attività è quello di stimolare un atteggiamento attivo e partecipe nelle scelte in materia di tutela ambientale. L’iniziativa della durata di cinque anni ha coinvolto le scuole di tutti gli ordini di scolarità.

La sede dell’associazione rappresenta tuttora lo spazio messo a disposizione dei cittadini per lo svolgimento di attività di vario tipo, quali laboratori di yoga, teatro, attività didattiche ed artistiche, laboratori su tematiche sociali e di attualità, come testimonia la collaborazione con l’Associazione Conmoi, associazione transculturale i cui partecipanti provenienti da diverse nazioni, condividono differenti esperienze, vocazioni e saperi.

Dall’eterogeneità delle attività proposte, emerge il tema della diversità, in base alla quale, a detta di Piergiorgio Tenani “il concetto principale è che in questo posto la diversità ha cittadinanza e tutti possono essere se stessi nel rispetto reciproco”.
La struttura nel complesso vuole essere uno spazio in cui realizzare attività coordinate che uniscono peculiarità ed interessi condivisi, visioni ed obiettivi comuni, inserendosi attivamente nel contesto territoriale ed influenzandolo positivamente. Finalità del progetto è quella di creare un luogo di incontro e scambio per gli abitanti del luogo, i cittadini ed i turisti, promuovere attività naturalistiche, ludiche, sportive, pratiche di riuso ed economia solidale e favorire nuove forme di turismo.

Come ci racconta Piergiorgio, il sogno condiviso è che la struttura gestita dall’Associazione possa mettersi a servizio del territorio offrendo possibilità di incontro e collaborazione tra i cittadini, sia in forma aggregata che individuale, dove i rapporti collettivi facciano emergere nuove sinergie e dove chiunque possa diventare protagonista attivo. Il presupposto principale è che ognuno abbia la possibilità di assumersi le stesse responsabilità all’interno della struttura, attraverso una partecipazione che permetta di pensare, creare e proporre insieme le attività e gli interventi da realizzare.
“Il tuo parco” vuole inserirsi nel contesto urbano come una sorta di Casa del Quartiere, aperta a tutti e con una caratterizzazione che nasce dal basso, voluta e progettata proprio dai cittadini.

Le attività in programma pensate per il futuro, sono legate ad un ampio ventaglio di tematiche tra loro fortemente collegate. Tra queste emergono l’alimentazione e la salute, come è esempio la realizzazione di un “presidio bio” a sostegno dell’agricoltura biologica, che possa permettere ai cittadini di accedere ad un’agricoltura di qualità e ad un più diretto rapporto tra produttore e consumatore tramite la nascita di GAS-Gruppo di Acquisto Solidale.
Altro obiettivo è far emergere le specificità del territorio tramite un turismo slow e sostenibile, facilitato da una collaborazione con i tour operator della città, che accosti al turismo storico e monumentale, quello di carattere ambientale. La volontà è infatti quella di utilizzare la sede dell’associazione ed i luoghi ad essa adiacenti come punto di ritrovo e passaggio per i turisti grazie alla presenza di un noleggio bici, di una ciclofficina ed un punto ristoro.

Non mancheranno inoltre spazi per lo svolgimento di attività formative e ricreative, come quelle relative all’ambito teatrale o musicale, di cui ne è testimonianza la presenza di strumenti attualmente già presenti in loco.

Ad oggi l’Associazione è aperta ad ogni forma di collaborazione con associazioni che abbiano voglia di offrire le loro competenze, con le istituzioni che diano sostegno sul piano culturale ed economico, con i cittadini interessati a vivere attivamente il luogo e contribuire alla realizzazione degli spazi e delle attività, entrando a far parte di questa grande famiglia e creando un luogo di incontro e di scambio reciproco.
Per chi fosse interessato a proporre nuove attività, a migliorare l’attuale struttura ed a partecipare alle iniziative dell’Associazione, basterà consultare il sito https://www.iltuoparco.it o contattare il Presidente dell’Associazione Piergiorgio Tenani al numero 3979756156.

Intervista: Daniel Tarozzi e Lorena di Maria
Realizzazione video: Paolo Cignini

Guarda le altre video-storie!

0 commenti presenti COMMENTA
Biellese che Cambia Biella Città Creativa tutorial&faq 5x1000

Internet inquina quanto l’intera
aviazione civile mondiale.
Per questo il nostro hosting è
a Emissioni Zero.

Scegli anche tu Hosting Sostenibile: lo spazio ecologico del web

un progetto di
Exe

Certificato Green Cloud

Benvenuto!

Benvenuto su
PIEMONTE Che Cambia!
Effettua il login dalla barra in alto oppure ISCRIVITI GRATUITAMENTE per poter accedere alla piattaforma e conoscere persone e progetti nel tuo territorio!

FACEBOOK

TWITTER

Insieme a noi

SOSTENITORI

Compagnia di San PaoloFondazione Cassa di Risparmio Biella

PARTNER

Economia SolidaleMovimento per la Decrescita FeliceSlow FoodCittà dell'arteBiellese in TransizioneSarastusEtinomiaInqubatoreSmart Cities Alto Piemonte

Per migliorare la tua esperienza sul sito, utilizziamo i cookies. OK